Le tradizioni natalizie più curiose del mondo

Le tradizioni natalizie più curiose del mondo

In seguito alla diffusione del cristianesimo e alla consuetudine di festeggiarlo da secoli, il Natale è ormai una festa in tutto il mondo. Con oltre 160 Paesi che lo festeggiano, ci sono innumerevoli tradizioni natalizie – alcune anche piuttosto curiose.

Da Germania a Stati Uniti (e oltre), ci sono tantissime usanze uniche legate al Natale. In questo articolo, vediamo le 11 tradizioni natalizie più interessanti del mondo.

RateHawk Blog
85
7 minutes read

Germania

San Nicola e la Notte di Krampus

In Germania, la notte del 5 dicembre è la Notte dei Krampus o Krampusnacht. Per questa occasione i bambini, prima di andare a dormire, seguono una semplice routine:

  • Puliscono e lucidano i propri stivali
  • Li sistemano sull’uscio di casa

La mattina seguente, se sono stati buoni durante l’anno, si svegliano e trovano dei doni da parte di San Nicola. Se, al contrario, hanno fatto i monelli, ricevono la visita di Krampus.

Photo: Faizan / Unsplash.com

Ma chi sono i Krampus?

Sono mezzi-demoni dalle fattezze che ricordano una capra e rappresentano la giustizia divina di San Nicola. San Nicola porta doni ai bambini la mattina del 6 dicembre mentre, secondo la tradizione, i Krampus fanno visita ai bimbi cattivi spaventandoli, senza lasciare regali.

Tuttavia, alcuni bambini vanno a caccia di Krampus per dimostrare di essere coraggiosi.

Austria

La stagione dei balli di Vienna

In inverno, nella capitale Vienna, si svolgono oltre 400 balli con più di 300.000 ballerini da tutto il mondo. I partecipanti indossano maschere e costumi, in un’atmosfera che ricorda quella del Carnevale.

Photo: William Krause / Unsplash.com

Storia dei balli in Austria

I balli austriaci hanno assunto particolare rilevanza storica grazie all’Imperatore Giuseppe II, che amava organizzare questi eventi aprendoli anche alle persone del popolo.

Oggi, persone di ogni rango ed estrazione sociale possono vivere questa esperienza unica di partecipare a valzer, balli dell’opera e persino al famoso Ballo di Capodanno.

Svizzera

Giant Top Hat Parade a Ziefen

Una sfilata piena di cappelli a cilindro che si susseguono per ordine: dal cappello più alto al più piccolo…

Questo evento tradizionale unico si svolge in Svizzera.

Photo: cmophoto.net / Unsplash.com

Quando?

Questa sfilata si svolge la Vigilia di Natale. Al nono rintocco della sera ha inizio Giant Top Hat Parade, dove uomini con indosso cappelli a cilindro sfilano al ritmo di campane.

Grandi cappelli neri arrivano a 4 metri di altezza, devono essere fissati con listelli di legno e nastro adesivo.

Per queste creazioni, è necessario l’aiuto di tante persone: uno spettacolo da non perdere. Giant Top Hat Parade è l’attività ideale per tour organizzati e viaggi di gruppo.

Spagna

Los Reyes Magos, Re Magi. In Spagna si festeggia il Natale?

Gli spagnoli festeggiano la Vigilia e il giorno di Natale, ma c’è un’altra festa importante in cui ci si scambiano regali.

In Spagna, è tradizione consegnare doni a bambini il 6 gennaio, giorno dei Re Magi – Los Reyes Magos in spagnolo. Si tratta di tre uomini che seguendo la stella polare giunsero a Betlemme per accogliere la venuta al mondo di Gesù. Ogni anno, la sera del 5 gennaio, i Re Magi percorrono strade di ogni paese, villaggio e città della Spagna a bordo di imponenti carri da sfilata, distribuendo dolci e caramelle ai bambini che li accolgono emozionati.

Image by Freepik

I bambini spagnoli, quindi, sono soliti ricevere doni sia a Natale che il 6 gennaio. Ma come mai? Si pensa che il Natale in Spagna sia il momento preferito per fare regali ai bambini e permettere loro di goderseli prima del rientro a scuola il 7 gennaio, il giorno dopo Los Reyes Magos.

Portogallo

Le feste che deliziano il palato

In larga parte, le tradizioni natalizie portoghesi sono legate al cibo e, in generale, i portoghesi preferiscono trascorrere le feste a casa. Per tradizione le trascorrono in compagnia di familiari, amici e… buon cibo.

Photo: Letícia Pelissari / Unsplash.com

Tuttavia, nelle città più grandi è possibile visitare anche fiere natalizie: questi eventi tipici dell’Europa occidentale, infatti, si stanno diffondendo sempre di più in tutto il mondo.

Le specialità natalizie sono le stesse in tutto il Portogallo?

Pesce a pranzo e cena per festività in tutto il Paese, ma esistono alcune differenze tra nord e sud del Portogallo: al nord, si tende a mangiare polpo, mentre al sud preferiscono merluzzo.

Anche le specialità dolci variano in base alla regione: a nord, si mangiano “Rabanadas”, ossia pane passato in uova, fritto e infine cosparso con cannella, zucchero o sciroppo di Porto e miele; a sud si mangiano Filhós, dolci fatti di pastella fritta.

Italia

Befana

Anche se oggi molti bambini ricevono doni da Babbo Natale la Vigilia di Natale, in Italia esiste anche un’altra tradizione particolare: quella della “Befana”, un’anziana signora che porta doni la notte che precede Epifania.

Cos’è l’Epifania?

L’Epifania è una festività religiosa italiana del 6 gennaio.

Cosa racconta la leggenda della Befana?

Secondo questa leggenda, i Re Magi si sono presentati a casa della Befana per invitarla a unirsi a loro nella ricerca di Cristo. La donna, essendo però troppo occupata con faccende domestiche, ha rifiutato.

Image by Freepik

Successivamente ha cambiato idea, e si dice che ancora oggi vada in cerca di Gesù Bambino, lasciando doni nelle case di tutti i bambini buoni che trova sulla propria strada.

Polonia

La tavola della Vigilia di Natale

A tavola, in Polonia, a Natale non si mangia nulla finché tutti i membri della famiglia non hanno rotto insieme le ostie natalizie (opłatek) e non si sono scambiati auguri di salute e prosperità.

Photo: Libby Penner / Unsplash.com

Quale altra particolarità hanno le cene di Natale in Polonia?

Molti polacchi cercano anche di avere 12 piatti in tavola, per simboleggiare i 12 apostoli. Alcune persone credono anche che il numero 12 sia fortunato perché rappresenta il numero dei mesi dell’anno.

Francia

Tredici dessert della Provenza

In Provenza, una regione del sud-est della Francia, generalmente si servono tredici diversi dolci tipici dopo le grandi cene nel periodo che va dalla Vigilia di Natale al 27 dicembre.

Gli ospiti poi devono scegliere quello che preferiscono e mangiarlo. Ma c’è una particolarità.

Come gesto di buon auspicio, ogni commensale deve assaggiare tutti e 13 i dolci durante la serata.

Photo: Paul Hanaoka / Unsplash.com

Perché ogni commensale deve assaggiare tutti e 13 i dolci?

Si crede che questa usanza abbia origine ai tempi dell’Ultima Cena di Gesù con i suoi 12 discepoli: ecco spiegato il significato del numero 13.

Belgio

Si fa festa!

I belgi partecipano a molte feste durante il periodo natalizio. Di fatto, il belga medio partecipa a ben 3,3 feste di Natale durante il periodo delle festività. Giovani e famiglie partecipano a un numero ancora maggiore, con una media di 4,5 feste nei mesi invernali.

Image by Freepik

Per la maggior parte, il Natale è l’occasione ideale per ritrovarsi con la famiglia e festeggiare con buon cibo, giochi e scambi di regali.

Vigilia e giorno di Natale, quindi, sono per lo più riservati alle feste in famiglia, ma durante le festività si trova anche il tempo di festeggiare con gli amici.

Irlanda

Una luce alla finestra

Un’antica usanza che molti continuano a praticare in Irlanda è quella di posizionare una candela alla finestra la Vigilia di Natale.

Photo: Anne Nygård / Unsplash.com

Cosa simboleggia la luce alla finestra? 

Gli irlandesi usano una luce alla finestra come simbolo di accoglienza per gli stranieri e per ricordare chi è lontano da casa.

Dove si possono vedere luci alle finestre in Irlanda?

Alla finestra della residenza presidenziale irlandese, Áras an Uachtaráin, c’è una candela perenne, posizionata per volere della presidente Mary Robinson.

Questa usanza è stata recuperata durante il suo mandato, per ricordare tutti i migranti che avevano lasciato l’Irlanda e far loro sapere che ci sarà sempre una candela accesa alla finestra per ricordarli e per indicare loro la via di casa.

Stati Uniti

Popcorn sull’albero di Natale

Si dice che l’albero di Natale che conosciamo oggi sia nato in Germania nel XVI secolo e portato negli insediamenti tedeschi in Pennsylvania, mentre la ghirlanda di popcorn è una decorazione puramente americana.

photo: Corina Rainer / Unsplash.com

Perché adornano un albero con una ghirlanda di popcorn? 

Prima dell’arrivo dell’albero di Natale, idea piuttosto recente, negli Stati Uniti le persone avevano studiato altre decorazioni creative. A quanto pare, ispirate dai tedeschi di recente immigrazione che preferivano utilizzare frutta e noci, le famiglie americane hanno iniziato a usare i popcorn, alimento da loro molto amato.

Quanto è diffusa l’usanza dei popcorn sull’albero di Natale?

È difficile stimare quante famiglie americane seguono questa tradizione. Il Natale americano è cambiato molto nel corso del tempo. Tuttavia, molti americani usano ancora decorare i propri alberi con il cibo. Tra le altre opzioni, ci sono arance essiccate, bastoncini di zucchero e altre leccornie.

Scopri le tradizioni natalizie più particolari nel mondo con RateHawk

Ora che sai qualcosa in più sulle tradizioni natalizie più interessanti del mondo, dove ti piacerebbe fare un tour? Aiutare altri a conoscere nuove culture è uno degli aspetti migliori dell’ organizzare viaggi.

A noi di RateHawk piace molto vedere quanto le persone possano immergersi in luoghi nuovi e viverli appieno seguendo le loro tradizioni. Se vuoi scoprire di più su viaggi e modi di festeggiare il Natale più particolari nel mondo, leggi questo articolo sul nostro blog.

Prenota su RateHawk



Torna all'inizio
85
7 minutes read
Condividi con gli amici Condividi